Berbenno

Altitudine 370
Abitanti 4155


POSIZIONE
L’abitato di Berbenno in Valtellina domina la valle dell’Adda da una balconata posta sul versante montano retico, ed è bagnato, oltre che dal fiume Adda, dal Torrente Finale e dal Torrente Maroggia.

STORIA
Berbenno in Valtellina è uno dei centri più antichi del versante retico, colonizzato per la sua felice ubicazione sin da tempi preistorici. Già prima del Mille la Pieve di San Pietro, posta sul fondovalle, era un importante centro politico e religioso che, fino al secolo XV, ebbe un ruolo rilevante nella gestione di un vasto territorio comprendente gli attuali comuni di Colonna e Fusine.
I primi capitani della pieve di Berbenno furono i signori di Vizzola, di origine longobarda, emanazione del potere del Vescovo di Como. Come molti altri centri della Valtellina, fino al Sacro Macello del 1620 Berbenno fu sede di una comunità evangelica. Il culto si teneva nella chiesa di Sant’Abbondio a Polaggia. Si conosce il nome soltanto di cinque dei suoi parroci riformati, l’ultimo dei quali fu Giorgio Jenatsch, divenuto poi famoso come combattente contro gli Spagnoli prima e contro i Francesi poi, nel quadro della Guerra dei Trent’Anni.

PUNTI DI INTERESSE
- Chiesa arcipretale di Santa Maria Assunta: menzionata già nel XIII secolo, all'interno ospita la monumentale cassa dell’organo e i pregevoli stalli corali realizzati da Giovanni Schmidt di Lipsia nel 1648.
- Castello di Roccascissa: del castello sono riconoscibili alcuni ruderi. Costituì un importante sistema difensivo nei secoli XIII e XIV.
- Chiesa di S. Pietro e Paolo: anche nota con il nome di S. Pietro in Via, ha una traccia, unica in Valtellina, di un’antica iscrizione paleocristiana.

COSA FARE
Oltre una visita al caratteristico centro storico, a Berbenno in Valtellina offre innumerevoli bellezze naturalistiche che è possibile ammirare grazie a piacevoli passeggiate o escursioni in mountain bike.
Tra i diversi anelli che il versante retico della media Valtellina propone per le escursioni in mountain bike, ce n’ è uno di particolare bellezza, che permette di toccare i due più begli alpeggi di questo versante: i gemelli prato Maslino e prato Isio, rispettivamente sopra Berbenno di Valtellina e sopra la frazione di Polaggia.
Merita una visita il mulino a pila, un tempo utilizzato dalla frazione Polaggia, recentemente restaurato dal comune, in collaborazione con la Comunità Montana Valtellina di Sondrio.

FESTIVITA'
- 19-03: il santo patrono di Berbenno é San Giuseppe.

LINK UTILI
- Comune di Berbenno

Foto Relative

Video Del comune




(C) La Valtellina - info@mountainmedia.it - Privacy Policy Cookie Policy