Torre Santa Maria

Altitudine 772
Abitanti 891


POSIZIONE
Torre di Santa Maria si trova su un rilievo morenico della media Valmalenco, allo sbocco della Val Torreggio in destra orografica del torrente Mallero. Nel territorio del comune è compresa la cima del Monte Disgrazia.
Torre di S. Maria è, insieme a insieme a Chiesa in Valmalenco, Lanzada, Spriana e Caspoggio, uno dei cinque comuni nei quali è divisa la Valmalenco, e precisamente il primo che si incontra, sul lato sinistro per chi risale la valle, cioè su quello occidentale.
La sua costituzione in comune autonomo risale al 1816: prima infatti la sua storia segue le tracce di quella della valle di cui sorveglia l'ingresso.

STORIA
L'origine del nome del paese va attribuito ad una residenza castellata e a delle torri citate in documenti del 1300, i resti delle quali si possono ancor oggi riconoscere in località Volardi.
Ai tempi delle grandi glaciazioni i ghiacciai ricoprivano gran parte della valle, fino ad una quota superiore ai 2.500 metri. L’azione di questo enorme ghiacciaio, lenta, inesorabile, scandita in ritmi difficilmente immaginabili, cioè in migliaia di anni, cominciò a modellare il volto della valle. Durante l'ultima fase glaciale dell'epoca quaternaria si formò il grande ghiacciaio Malenco che scendeva dalla catena del Bernina. Al finire del periodo glaciale cominciò la ritirata definitiva delle grandi masse gelide che lasciarono laghi, fiumi, torrenti e grossi depositi morenici su cui, progressivamente, si manifestò un notevole inerbamento.
Si affacciarono per primi in valle forse Liguri, Etruschi, Galli e, sicuramente, nel 15 d. C., i Romani, probabilmente però senza addentrarsi in Valmalenco.

PUNTI DI INTERESSE
- Il Castello di Torre: domina completamente l'abitato ed il fondovalle da una quota di 800 metri circa. Appare da valle come una lunga costruzione intonacata, alta un paio di piani, completamente dissimile dalle altre case vicine.
- La torre di Ca' di Risc: si trova nella frazione di S.Anna. In realtà sono due edifici e costituisce uno dei manufatti medioevali meglio conservati della Valmalenco.
- La Torre di Melirolo: si trova nella frazione di Cristini. Sulla facciata l'edificio conserva, in alto, colombaie, con relativi supporti in pietra, e feritoie. Melirolo fu nel medioevo borgo di notevole importanza poichè la mulattiera che lo attraversava proseguiva per il castello di Caspoggio e la parte alta della valle.

COSA FARE
Torre di Santa Maria è una località di villeggiatura estiva e punto di partenza per escursioni e ascensioni. Parte infatti da Torre S. Maria ed arriva a Caspoggio il percorso che interessa l'intera compagine montuosa della valle (Alta via della Valmalenco): il gruppo del Disgrazia, quello del Bernina e quello dello Scalino. L'itinerario a partire dalla seconda tappa si mantiene quasi sempre al di sopra della quota dei 2000 metri. Da non perdere il rifugio Bosio-Galli che è posto al centro della Val Torreggio in un'incantevole piana dominata a nord dai Corni di Airale e ad est dai Corni Bruciati. Costruito nel 1924, il rifugio è aperto dai primi di giugno fino alla fine di settembre. Per gli appassionati di mountain-bike, il Circuito dei Mulini, che parte da Santa Maria, rappresenta un classico: un itinerario prevalentemente sterrato con passaggi tecnici in single track.

FESTIVITA'
- 08/09: Festa patronale Natività di Maria Vergine

LINK UTILI
- Comune di Torre di Santa Maria

Foto Relative



(C) La Valtellina - info@mountainmedia.it - Privacy Policy Cookie Policy