Chiesa in Valmalenco

Altitudine 960
Abitanti 2486


POSIZIONE
Centro principale della Valmalenco, valle nelle immediate vicinanze di Sondrio che inizia aspra e incassata, diventando, nel corso della salita, sempre più aperta verso l'ampio scenario dominato dalle catene montuose del Disgrazia, del Bernina e dello Scalino. Chiesa in Valmalenco, insieme a insieme a Caspoggio, Lanzada, Spriana e Torre di Santa Maria>, è uno dei cinque comuni nei quali è divisa la Valmalenco, e precisamente il secondo che si incontra sul lato sinistro per chi risale la valle, ovvero quello occidentale.

STORIA
In Valmalenco, ai tempi delle grandi glaciazioni, i ghiacciai ricoprivano gran parte della valle, fino ad una quota superiore ai 2.500 metri.
Questo enorme ghiacciaio, lentamente e inesorabilmente, cominciò a modellare la vallata.
Quando l'enorme ghiacciaio Malenco iniziò la sua ultima e definitiva ritirata, le terre liberate di media montagna si rivelarono le più adatte ad accogliere gli animali ed i primi insediamenti umani, perchè il fondovalle valtellinese era in gran parte paludoso. I Visconti di Milano nel 1335 divennero signori della Valtellina soppiantando l'egemonia comasca. Nel 1816, il comune di Chiesa in Valmalenco, con Chiareggio e Senevedo, fu inserito nel I distretto di Sondrio.

PUNTI DI INTERESSE
- Parrocchia dei Santi Giacomo e Filippo: nei pressi dell'attuale chiesa parrocchiale, fin dal secolo XI esisteva una chiesa dedicata all'apostolo San Giacomo, fatta costruire dalla famiglia Capitanei di Sondrio. La chiesa servì come luogo di culto per Cattolici e Protestanti durante il dominio Grigione in Valtellina.
- Chiesa della B. V. di Primolo: Don Giovanni Maria Chiesa parroco di Chiesa, sostenuto dalla generosità degli abitanti di Primolo, nel 1670 diede inizio alla costruzione di un santuario dedicato alla Madre di tutte le Grazie.
- Museo storico della Valmalenco: museo etnografico naturalistico e mineralogico a ridosso della chiesa parrocchiale, espone opere dei Ligari e un coro ligneo intagliato del XVII secolo. Comprende inoltre una raccolta archeologica.

COSA FARE
L'Alpe Palù è il biglietto da visita della Valmalenco. Ci si arriva con la modernissima Snow Eagle, la più grande funivia del mondo con le sue cabine da 160 persone che porta in un sol balzo a quota 2080 su un terrazzo da cui, con una vista mozzafiato, si dominano le Alpi.
Chi preferisce può percorrere, salendo, i cinque chilometri di strada asfaltata che conducono a Chiareggio. Da qui, nel periodo invernale, una seggiovia quadriposto, che percorrere i due chilometri e mezzo di lunghezza, con un dislivello di 500 metri, vi condurrà in pochi minuti all'Alpe Palù.
Nel comune di Chiesa Valmalenco si possono fare delle belle escursioni. Da non perdere l’ Alta via della Valmalenco, un percorso in quota di 8 tappe per un totale di circa 110 km, che può comunque essere suddiviso in percorsi più brevi di 2 o 3 giorni. Durante il tragitto si toccano i punti maggiormente significativi e panoramici della valle: la conca di Chiareggio, il lago Palù, il Vallone dello Scerscen, le dighe di Campo Moro e di Campo Gera.
Per i bikers Il Palù BikePark, situato nell’area degli impianti di risalita della omonima ski area, è un vero e proprio paradiso, dove possono cimentarsi in numerose discipline "gravity", come, l’Enduro, il Downhill, il Free Ride oltre che il Cross Country.

FESTIVITA’
3/5- Patrono della Chiesa in Valmalenco SS. Giacomo e Filippo.


LINK UTILI
- Comune di Chiesa in Valmalenco

Foto Relative

Video Del comune




(C) La Valtellina - info@mountainmedia.it - Privacy Policy Cookie Policy