Albosaggia

Altitudine 490
Abitanti 3072


POSIZIONE
Il comune di Albosaggia si trova lungo il versante Orobico della media Valtellina di fronte alla città di Sondrio e si sviluppa in una ampia porzione di territorio compresa tra l’Adda e lo spartiacque montano. Il paese è composto da quattro frazioni: Porto, Torchione, Moia e Centro.

STORIA
Il rinvenimento sul territorio di Albosaggia di un’ascia in bronzo ad alette, rivela l’esistenza d'insediamenti preistorici nella zona. La prima traccia documentale del paese risale al XIII secolo. In epoca medioevale il paese risultava conteso da più parti: la valle del Livio o San Salvatore veniva difesa almeno in parte dai Capitanei di Berbenno, mentre il rimanente territorio era una vicinia di Sondrio.
La storia della cittadina è intensamente legata a quella della famiglia Paribelli, il cui palazzo familiare è tuttora presente in paese.
Albosaggia negli anni tra il XVI e il XVII secolo spaziava da Cedrasco a Piateda, dall'Adda alla Bergamasca. Si cavava il ferro dalle montagne della Val Venina; tale attività dava lavoro alla gente del posto in qualità di boscaioli o di cavatori del minerale grezzo.
Anche al Porto l’attività era notevole; dalla sponda sondriese verso Albosaggia e viceversa si traghettavano persone, merci, animali. Il primo ponte sull’Adda è stato costruito nel XVIII secolo ed era di legno; il navetto è rimasto in esercizio tra le due sponde fino al 1884.
Paese a forte vocazione agricola e zootecnica fino dall’inizio del XX secolo, fu successivamente convertito all’attività industriale e infine commerciale, artigianale, edilizio e terziario.

PUNTI DI INTERESSE
- Chiesa parrocchiale Santa Caterina: costruita a partire dal 1354 nello stesso luogo dove sorgeva l’antica chiesetta di Sant’Antonio. Sulla destra l’oratorio di San Ciriaco.
- Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo : sorge nella contrada della Moia. L’edificio risale alla fine del XV ma notevoli lavori furono eseguiti nell’ultimo decennio del Settecento.
- Chiesa e Oratorio della Madonna della Provvidenza: l’iniziativa per la costruzione della chiesa risale al 1953, quando sorse la necessità di avere anche una scuola materna al servizio delle famiglie del Torchione. Anche l'oratorio fu aperto al culto il 12 maggio 1968.

COSA FARE
Il Comune di Albosaggia offre itinerari fra le varie contrade dell’abitato, che, a partire dal fondovalle, si innalzano progressivamente verso le pendici orobiche.
Molto suggestivo è anche il Castello Paribelli, di origine medievale, dove sono ancora visibili affreschi dell'epoca. E’ una dimora signorile rinascimentale convertita a uso abitativo a partire da quella che era l’antica torre difensiva del Torzone.
A poca distanza da Sondrio è possibile percorrere un tranquillo anello di mountain-bike, ricco di suggestioni paesaggistiche e storiche all’interno del Parco delle Orobie Valtellinesi. Si tratta, di un anello che, data la quota modesta del suo punto di maggiore elevazione, si presta a essere percorso per buona parte dell’anno. Per chi se la sentisse, si può partire a piedi da Caiolo e farvi ritorno: in questo caso l’impegno fisico richiesto è un po’ superiore.

FESTIVITA'
- 25-11: il santo patrono di Albosaggia è Santa Caterina d'Alessandria

LINK UTILI
- Comune di Albosaggia

Foto Relative

Video Del comune




(C) La Valtellina - info@mountainmedia.it - Privacy Policy Cookie Policy